La storia di Milano, i suoi luoghi, i suoi personaggi. Un blog di Mauro Colombo

La storia di Milano, i suoi luoghi, i suoi personaggi. Un blog di Mauro Colombo
.

venerdì 7 aprile 2017

Piazzale Lodi e il Tecnomasio Italiano Brown Boveri


Tecnomasio TIBB Lodi

Su piazzale Lodi si affaccia l'imponente palazzo dei primi del Novecento un tempo sede degli uffici di una grande realtà industriale milanese e italiana: il Teconomasio Italiano Brown Boveri - T.I.B.B.
Oggi vi ha sede un'assicurazione.
Tecnomasio TIBB Lodi
Nel periodo di massimo sviluppo, l'intero isolato era occupato dalla sua sede, con le vaste officine oggi scomparse dopo la costuzione della Coop (resiste la ciminiera, che è stata salvaguardata).  
Su piazzale Lodi e su viale Umbria si affacciavano, appunto, gli uffici, con l’ingresso principale dal piazzale, mentre l’accesso degli operai e dei veicoli avveniva da un ingresso situato su via Sannio (dove ancora oggi si legge: Ingresso operai). Sul retro, lo stabilimento era collegato, con un apposito binario, allo scalo merci ferroviaro di Porta Romana (inaugurato nel 1891), collegamento che permetteva l'entrata delle merci e l'uscita dei prodotti finiti.

Tecnomasio TIBB Lodi
L'intera zona, attraversata da corso Lodi, era ricca di industrie ed officine, sviluppatesi appunto grazie alla presenza dell'importante scalo ferroviario (come del resto lungo l'asse della ferrovia per Mortara, lungo le vie Savona, Tortona, Solari).
Tecnomasio TIBB piazzale corso Lodi

Nata come piccola officina artigianale nel lontano 1863, in via Pace, per iniziativa di Luigi Longoni, Carlo Dell’Acqua e Ignazio Porro, produceva principalmente strumenti di precisione. 
Pochi anni dopo, grazie alla guida dell’ingegnere Bartolomeo Cabella, si avviò la produzione di lampade ad arco voltaico, specializzandosi progressivamente nella costruzione di materiale elettromeccanico come dinamo per l’illuminazione elettrica e apparecchiature per la nascente industria idroelettrica. La denominazione divenne così "ing. Cabella e C.".
Tecnomasio TIBB Lodi cabellaNel 1898, per affiancare alla produzione di apparecchi di fisica e geofisica la fabbricazione di dinamo, alternatori e generatori di corrente, la società venne trasformata in Società anonima Tecnomasio Italiano ing. Cabella e C.
Poco dopo si fuse con la società svizzera Brown Boveri di Baden, divenendo così Tecnomasio Italiano Brown Boveri (TIBB).
Tecnomasio TIBB Lodi


Nel 1907 venne costruito lo stabilimento con uffici e laboratori di piazzale Lodi. L'anno successivo venne incorporata la Gadda e C. acquisendone anche la fabbrica di via De Castilla, a ridosso dello scalo merci oggi scomparso (scalo che ha lasciato il posto a piazza Gae Aulenti e ai grattacieli di Porta Nuova).

Tecnomasio TIBB LodiTecnomasio TIBB Lodi de castilla
Tecnomasio TIBB Lodi E330 E550Nel 1919, fu inglobata la Società Italiana Westinghouse di Vado Ligure, dove si costruiva il famoso locomotore elettrico trifase E 550 (cui seguì la serie E 330), vero progenitore dell'elettrificazione ferroviaria italiana (un esemplare si trova al Museo della scienza e della tecnologia). Questo locomotore era detto "Mulo dei Giovi" (era sfruttato sulla Torino-Genova) e aveva finalmente risolto il problema, a volte sfociato in drammi, del fumo nelle gallerie, quando a trainare i pesanti convogli erano le vaporiere binate dette Mastodonti dei Giovi e le successive Beugniot.
Negli anni '20 e '30 TIBB svolge un ruolo di primo piano nella costruzione di materiale elettrico rotante e di trasformatori per centrali idroelettriche. 
Determinante la sua attività nella costruzione di locomotive e di tram, anche milanesi (apparati elettrici e carrelli).
Tecnomasio TIBB Lodi tram milano

Tecnomasio TIBB TRAM

Nel 1936 la società dava lavoro a 850 impiegati e a 3200 operai.

Tecnomasio TIBB Lodi Romana
Duramente colpita dai bombardamenti del 1943, nel dopoguerra fu riattivata la produzione di grandi macchine elettriche rotanti e lo stabilimento si espanse ulteriormente con la costruzione di nuovi edifici.
Nel 1988 avviene la fusione con lasocietà svedese Asea e la società assume la denominazione di Abb Tecnomasio, incorporando anche la Ercole Marelli. I restanti decenni sono storia recente.

Tecnomasio TIBB Lodi


Mauro Colombo
aprile 2017
maurocolombomilano@virgilio.it